“La prova del cuoco”: straccetti di tacchino con pere e zenzero di Emilio Signori

straccetti di tacchino con pere e zenzero di Emilio SignoriA chiudere il menu di oggi, il piatto genuino, ricco e raffinato di Emilio Signori. Il macellaio toscano ci suggerisce un modo inedito di proporre il tacchino, tra le carni più economiche e salutari. Ecco gli straccetti di tacchino con pere e zenzero.

Ingredienti

  • 500 g fesa di tacchino, 4 pere williams, 200 ml vino Porto, 100 ml yogurt intero non zuccherato, 100 ml panna da cucina, 1 limone non trattato, 1 radice di zenzero fresca, 50 g burro, 200 g misticanza, farina 00, erba cipollina fresca

Procedimento

In un pentolino, facciamo bollire l’acqua con della scorza di limone e dell’erba cipollina.

Tagliamo le fettine di tacchino a listarelle (gli straccetti). Li mettiamo in un colapasta e spolveriamo con la farina e la scorza di limone grattugiata. Li scuotiamo in modo da eliminare la farina in eccesso. In una padella, scaldiamo un generoso filo d’olio e mettiamo a cuocere gli straccetti infarinati. A questo punto, li saliamo e li sfumiamo con il succo di mezzo limone e l’acqua aromatizzata al limone preparata in precedenza (possiamo usare semplicemente dell’acqua). Lasciamo dorare.

In un’altra padella, facciamo sciogliere il burro. Mettiamo 2-3 fettine di zenzero fresco. Peliamo le pere e le tagliamo a fettine, quindi le mettiamo a rosolare con burro e zenzero. Grattugiamo sopra ancora un po’ di zenzero fresco. Sfumiamo con il porto e lasciamo caramellare. Trasferiamo in una ciotola e lasciamo marinare per 20 minuti almeno in frigorifero.

Prepariamo la panna acida: mescoliamo yogurt e panna e qualche goccia di succo di limone. Mescoliamo. Profumiamo con dell’erba cipollina tritata.

Serviamo gli straccetti su un letto di misticanza, la panna acida a parte e le pere al porto.

Le nostre #VideoRicette


Iscriviti al Canale YouTube