aE_dRLvF--o

“Ale in Cucina”: la (video) ricetta della cassata siciliana panettone e ricotta

Cosa fare con il panettone avanzato? Una sontuosa cassata! La ‘regina‘ della pasticceria siciliana (e non solo) ben si presta a questa golosa variante, che vede al posto del classico pan di Spagna un profumatissimo panettone. Il ripieno, invece, non può fare a meno della deliziosa crema di ricotta che impreziosisce il dolce originale. Almeno in pasticceria, nord e sud vivono un dolcissimo idillio!

Ingredienti

  • 800 g ricotta mista o di pecora, 270 g zucchero, un pizzico di cannella
  • 1 panettone, zibibbo, malvasia o altro vino dolce, scaglie di cioccolato fondente
  • 250 g zucchero a velo, acqua

Procedimento

  • Preparo la crema di ricotta: frullo, con un mixer ad immersione, la ricotta con lo zucchero ed un pizzico di cannella. Questo è un metodo alternativo, più veloce. Potete seguire il metodo tradizionale e setacciare la ricotta, aggiungendo successivamente lo zucchero. Metto da parte.
  • Taglio il panettone a fette abbastanza spesse (2 cm circa), in orizzontale, in modo da avere dei dischi.
  • Mantengo una fetta integra. Dalle altre, invece, ricavo dei rombi (non devono essere precisi).
  • Dispongo sui bordi della teglia per cassata (andrà bene anche una normale tortiera a cerniera) i rombi di panettone, in modo da incastrarli perfettamente.
  • Inserisco il disco di panettone ancora integro sul fondo, in modo da ‘fermare‘ i bordi.
  • Bagno il tutto con poco vino dolce (non esagerate o il vino, sommato all’umidità della ricotta, renderà eccessivamente morbido il guscio della cassata).
  • Inserisco all’interno del guscio di panettone ottenuto la crema di ricotta, arricchendola con le scaglie di cioccolato.
  • Copro con gli avanzi di panettone e presso per bene.
  • Avvolgo con la pellicola alimentare e faccio riposare in frigorifero o, meglio, freezer, per qualche ora.
  • Preparo la glassa: metto in una ciotola lo zucchero a velo ed aggiungo pian piano, mescolando, delle gocce di acqua calda, fino ad ottenere un composto denso e lucido.
  • Sformo la cassata ben fredda e verso sopra la glassa, spatolandola con un coltello o, appunto, una spatola.
  • Io preferisco non essere troppo preciso nel glassare i bordi: amo l’aspetto ‘rustico‘ che regala il panettone a questo dolce, distinguendola dalla raffinata ‘antenata’.
  • Conservate in frigorifero e servite ben fredda.