“É sempre mezzogiorno”: caciucco alla livornese di Federico Fusca

caciucco alla livornese di Federico FuscaSotto a chi tocca… è il turno di Federico Fusca, che prepara una delle ricette più controverse della storia gastronomica toscana, la più replicata e ‘modificata’. Vediamo come preparare il caciucco alla livornese.

Ingredienti

  • 12 gamberi, 250 g polpo, 150 g moscardini, 500 g seppie, 400 g branzino, 350 g rana pescatrice, 350 g cozze, 500 ml passata di pomodoro, 2 spicchi d’aglio, 200 g trito sedano, carota e cipolla, 1 l brodo di pesce, 70 g concentrato di pomodoro, 1 peperoncino, olio, sale e pepe

Procedimento

In un tegame bello largo, di ghisa, scaldiamo un pochino di olio evo, uniamo a soffriggere un trito di sedano, carota e cipolla e uno spicchio di aglio. Uniamo poi il polpo pulito e tagliato a pezzetti, moscardini e rana pescatrice tagliati a pezzetti. Facciamo ben rosolare. Quindi aggiungiamo il branzino pulito, sfilettato e tagliato a pezzi, le seppie ridotte a tocchetti.

Lasciamo tostare il tutto, saliamo, pepiamo, uniamo del peperoncino a piacere. Infine uniamo i gamberi privati solo del carapace e del filetto intestinale interno, le cozze, la passata di pomodoro, il concentrato di pomodoro. Mescoliamo bene, copriamo tutto con il brodo di pesce, copriamo col coperchio e facciamo cuocere dai 40 minuti all’oretta. Serviamo, in un tegame di coccio, completando con fette di pane tostato in padella con un goccio di olio.

Ancora un’altra ricetta…

Ricetta
recipe image
Titolo
É sempre mezzogiorno | Ricetta caciucco alla livornese di Federico Fusca
Pubblicata il
Voto
1.51star1stargraygraygray Based on 6 Review(s)