Melaverde – Puntata del 27 agosto 2017 – Toscana e Piacenza

melaverdeOgni domenica, anche d’estate, appuntamento su Canale5 con Melaverde, il programma condotto dal simpatico Edoardo Raspelli e dalla bella Ellen Hidding. L’ammiraglia Mediaset, anche quest’anno, in attesa di presentare le nuove puntate del seguitissimo programma itinerante, dal 17 settembre, ripropone le storie più appassionati delle edizioni passate. In particolare, in questa puntata…

Ellen Hidding | Pecorino toscano

Vi racconteremo la storia di un altro grande prodotto della migliore tradizione italiana. Lo scenario è la Toscana, ed in particolare quel territorio che va dalle colline delle Crete Senesi fino alle Balze Volterrane. La pecora è la regina di questi pascoli, ed il suo latte la base principale per un Pecorino speciale prodotto ancora “a latte crudo”, che vuol dire, latte lavorato a basse temperature. Un pecorino realizzato anche con l’uso di caglio vegetale, estratto dai fiori del cardo selvatico. Una vera rarità. Un formaggio che può anche essere arricchito con altri prodotti preziosi del territorio come il tartufo o lo zafferano.

Protagonista di questa puntata anche il “Marzolino”, altro formaggio storico del territorio. Un tempo si produceva solo a Marzo, da cui il nome, nel Rinascimento, presso le corti fiorentine, era considerato, insieme al Parmigiano, il miglior formaggio d’Italia.

Per la salagione di questi formaggi viene utilizzato il “Sale di Volterra”, un sale rimasto imprigionato nel sottosuolo millenni fa, oggi estratto con un processo particolare.

Edoardo Raspelli | Cipolla, aglio e scalogno

Edoardo Raspelli raggiungerà la provincia di Piacenza per parlarci di quelli che possiamo definire ingredienti base della cucina Italiana. Quasi tutti i piatti della nostra tradizione presentano almeno uno di questi ingredienti: parliamo di Cipolle, Aglio e Scalogno.

Con Edoardo, partiremo dal campo, dove vedremo la raccolta e le prime fasi di asciugatura. Poi raggiungeremo i laboratori di un’azienda che da due generazioni si è specializzata nel trasformare questi ortaggi, oggi confezionati in retine o addirittura sbucciati o sgranati già pronti all’uso. Conosceremo poi Emanuele, un giovane imprenditore che ha creato un laboratorio artigianale nell’azienda di famiglia dove cipolle e scalogno sono cotti secondo tradizione.