“Il pranzo di Mosè”: uova alla romana.

Il pranzo di Mosè – La ricetta delle uova alla romana della puntata del 16 novembre 2014

uova alla romana

Nella seconda puntata de Il pranzo di Mosè, il nuovo cooking show di Real Time, Simonetta Agnello Hornby, raffinata scrittrice e cuoca ruspante, ha preparato le uova alla romana. Ecco ingredienti e procedimento.

Ingredienti:

  • 6 uova sode, 300-350 ml circa di olio per friggere;
  • Per la panatura, farina, 1 uovo, pangrattato;
  • Per la besciamella, 300 ml di latte, 1 noce di burro, 2 cucchiai di farina, una grattatina di noce moscata, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e uno di pepe.

Per preparare la béchamel mettere in un pentolino una noce di burro e farla sciogliere a fuoco medio. Quindi togliere dal fuoco e aggiungere la farina, mescolare bene fino a ottenere una pasta morbida e priva di grumi (è un’operazione molto veloce). Aggiungere lentamente, a filo, il latte freddo e amalgamare bene alla pasta di farina e burro, sciogliendola a poco a poco nel latte. Dopo aver versato tutto il latte, rimettere il pentolino sul fuoco basso (così la farina cuoce) e, sempre mescolando, portare avanti la cottura fino a raggiungere la consistenza desiderata (deve essere comunque abbastanza densa e ci vogliono circa 15 minuti). Quindi, aggiungere sale, pepe, parmigiano e noce moscata. Sbucciare le uova sode e tagliarle a metà nel senso della lunghezza. Togliere i tuorli e metterli in una ciotola, poi schiacciarli con una forchetta e aggiungervi a poco a poco la béchamel. L’impasto deve risultare abbastanza sodo. Con un cucchiaio, riempire il vuoto lasciato dal tuorlo nelle mezze uova e ricreare la forma dell’uovo sodo intero. Dopo aver riempito tutte le mezze uova, passarle a una a una prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato. Scaldare l’olio in un pentolino di almeno 15 cm di diametro, a bordo alto. Friggere le uova a due a due e, quando sono ben dorate, metterle a scolare su un foglio di carta assorbente. Sono buone tiepide, forse ancora meglio fredde.

Segui Ricetteintv.com su

Facebook | Twitter